SHARE

Chuck Taylor All-Stars: dal 1917 un classico che non tramonta mai.

Qual è il marchio più antico, più diffuso e più popolare di calzature dedicate al basket? Potrebbe sorprendere, ma la risposta non va cercata nelle costose scarpe di ultima generazione, dotate di complicati sistemi di sospensione e forme avveniristiche: oggi come in passato, il leader in questa categoria è il brand Converse, forte delle sue leggendarie All Star. Queste scarpe, dalla linea essenziale e subito riconoscibile, sono diventate nel tempo un must per intere generazioni e vengono ora calzate da giovani e meno giovani, donne e uomini, atleti e semplici amanti del look sportivo.

Un successo dalle origini.

19-converse

Fondata nel Massachussetts da Marquis Converse agli inizi del novecento, l’omonima azienda si specializzò presto nella produzione in serie di scarpe sportive, dedicando uno specifico modello alla pallacanestro, una disciplina che iniziava a diffondersi nel continente nordamericano proprio in quel periodo.

Pochi sanno che – in realtà la prima azienda che progetto delle scarpe specifiche per il basket fu la SPALDING!

20-spalding-expert-basket

Nel 1917 nacquero le prime All Star, che ricevettero un forte impulso negli anni a seguire grazie a Chuck Taylor, un giocatore di basket che ne divenne un appassionato testimonial in tutti gli Stati Uniti.

Le prime All Star

 

Oltre a potenziare marketing e promozione del prodotto di punta della Converse, Taylor contribuì a migliorarne le caratteristiche tecniche in maniera così determinante da far associare il suo nome alle scarpe, che presero così la denominazione di Chuck Taylor All Star.

Chuck Taylor
Chuck Taylor

 

Chuck Taylor non era un giocatore NBA o di un giocatore di college: era solo un giocatore di una scuola di basket che amava la Converse All Stars. Dopo la laurea Taylor entrò negli uffici di vendita Converse a Chicago come un commesso viaggiatore. Ebbe un tale successo che appunto le scarpe presero il suo nome. 

Chuck Taylors fece inserire gli occhielli di ventilazione nel 1932
Chuck Taylors fece inserire gli occhielli di ventilazione nel 1932

 

É sorprendente notare come il modello in commercio attualmente si discosti pochissimo dalla versione utilizzata dai cestisti americani ai giochi olimpici di Berlino del 1936, ossia la classica scarpa bianca “high top”, rialzata fino alla caviglia, con una suola di plastica, allacciatura alta ed eleganti strisce laterali rosse e blu.

Le All Star furono le scarpe da ginnastica ufficiali delle forze armate degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale.
Le All Star furono le scarpe da ginnastica ufficiali delle forze armate degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale.

 

L’evoluzione dopo la guerra.

Nel dopoguerra, con l’esplosione della pallacanestro sia negli States che nel mondo e con l’avvento del successo planetario della NBA, il campionato professionistico americano, le All Star diventarono sinonimo di calzatura cestistica, per poi emanciparsi dall’esclusivo uso sportivo negli anni ’70, guadagnando popolarità come scarpa per il tempo libero, amata soprattutto dai più giovani. Tra le caratteristiche più apprezzate vanno citate la vasta gamma di colori disponibili e le versioni variopinte, oltre alla leggerezza del materiale e alla loro capacità di abbinarsi felicemente a qualsiasi jeans o abbigliamento sportivo.

Le All Star II, una delle ultime versioni delle classiche Converse, si distinguono per una forma più sinuosa, rifiniture più accurate e colori più ricercati. Gli appassionati del modello classico non hanno niente da temere: anche quest’ultima novità rimane fedele alla tradizione delle Chuck Taylor, con la forma semplice quanto elegante, migliorata da una maggiore comodità e prestazioni più ammortizzate.

Il successo planetario delle Converse – All Star

Tra le caratteristiche più apprezzate vanno citate la vasta gamma di colori disponibili e le versioni variopinte, oltre alla leggerezza del materiale e alla loro capacità di abbinarsi felicemente a qualsiasi jeans o abbigliamento sportivo.

Le Converse All Star sono in tela e hanno la suola in gomma, con l’inconfondibile riga rossa che separa la suola dal resto della scarpa. II primo modello era marrone, ma nel corso del tempo sono state personalizzate con colori, stampe e fantasie diverse fino ad un numero indefinito di modelli.

Non mancano le rivisitazioni con borchie, strass e diversi tipi di stoffa e, per assecondare le ultime tendenze del momento, è stata persino rialzata la suola per un modello flatform.

Converse Chuck Taylor All Star in pelle argento cromato
Converse Chuck Taylor All Star in pelle argento cromato

Le Converse – All Star oggi

Le All Star II, una delle ultime versioni delle classiche Converse, si distinguono per una forma più sinuosa, rifiniture più accurate e colori più ricercati. Gli appassionati del modello classico non hanno niente da temere: anche quest’ultima novità rimane fedele alla tradizione delle Chuck Taylor, con la forma semplice quanto elegante, migliorata da una maggiore comodità e prestazioni più ammortizzate.

Chi invece preferisce la comodità tipica delle sneaker Converse, potrà scegliere tra i tanti colori delle All Star Canvas OX basse, che presentano lo stesso design delle classiche All Star, applicato su un modello basso, ad un prezzo interessante. Si tratta di scarpe perfette per la bella stagione, da utilizzare anche in estate.

Infine, le amanti dello stile originale non potranno non innamorarsi delle All Star Limited Edition, come l’edizione rivolta alle fan femminili del marchio Converse. Questo modello, comodo e variopinto, è impreziosito da un disegno floreale ispirato alle creazioni artistiche del grande Andy Warhol.

CONVERSE annuncia il debutto mondiale della primavera 2015 Converse All Star Andy Warhol Collection, in collaborazione con The Andy Warhol Foundation.
CONVERSE annuncia il debutto mondiale della primavera 2015 Converse All Star Andy Warhol Collection, in collaborazione con The Andy Warhol Foundation.